Le tariffe più basse per il tuo Hotel a Firenze con Booking.com

Le offerte migliori direttamente dai proprietari su FirenzeAlloggio.com

Prenota Visite e Tour Guidati

Prenota il tuo Tour

Prenota i tuoi biglietti ed evita le attese!

Prenotazione Musei

Scopri le offerte dei migliori Ristoranti di Firenze con TheFork

Prenota il Ristorante

Alla scoperta di Piazza Santo Spirito nell'Oltrarno fiorentino

Chi vuole conoscere la Firenze più verace e pittoresca deve assolutamente andare nell’Oltrarno, allontanandosi dal classico giro scelto/proposto ai turisti e che si limita alla visita di Piazza del Duomo - Piazza della Signoria - Ponte Vecchio e Piazza della Repubblica.

Quando trovi il mercato in Piazza Santo Spirito

Ogni giorno, dal lunedì al venerdì: mercatino rionale.

La seconda domenica del mese: mercatino dell’artigianato.

Ogni terza domenica del mese: Fierucolina di Santo Spirito.

Con ”Oltrarno” (o “Diladdarno”) i fiorentini intendono tutto l’area “al di là dell’Arno” (rispetto al Duomo), ovvero i quartieri storici di Santo Spirito e San Frediano, abitati ancora oggi da molti fiorentini, ma scelti spesso anche da stranieri per la loro genuinità e vivacità. Come una rive gauche fiorentina, l’Oltrarno è il punto di incontro per eccellenza di intellettuali, artisti e bohémien.

Piazza Santo Spirito: tra arte e nightlife

Animata di giorno dai mercatini e dai turisti di passaggio (nonchè da qualche studente d’arte) Piazza Santo Spirito è soprattutto un luogo di ritrovo serale della movida di fiorentini e stranieri, che creano un mix interessante e vivace, talvolta anche con qualche eccesso di troppo.

artisti in piazza santo spirito

La Piazza si riempie soprattutto nella prima serata, quando le botteghe artigiane e gli studi degli artisti dell’Oltrarno chiudono ed inizia il via vai nelle trattorie, nei ristoranti, nei cafè e nei locali notturni del quartiere. Solo sulla piazza si affacciano una decina di locali di vario tipo, molti con anche spazi all'aperto nei quali sedersi e mangiare o bere qualcosa.

santo spirito caffè

Piazza Santo Spirito risale alla seconda metà del Duecento. Fu costruita per accogliere i fedeli che si radunavano a pregare assieme ai frati agostiniani che avevano qui edificato un convento con una chiesa dedicata a «Santa Maria d'Ognissanti e allo Santo Spirito», che divenne più semplicemente la “Chiesa di Santo Spirito”, da cui poi la piazza prese il nome.

la fontana

Al centro della Piazza è stata collocata una grande fontana ottagonale in pietra serena, che ha al centro un elemento in marmo.

cosimo ridolfi statua

Sul fondo della Piazza, dalla parte opposta della Basilica, si trova un monumento a Cosimo Ridolfi, agronomo e fondatore dell’Accademia dei Georgofili, un’istituzione storica fiorentina che promuove l’arte della coltivazione toscana ovvero gli studi di agronomia, economia e geografia agraria.

È sempre utile sapere che in Piazza Santo Spirito, alla sinistra dell'edificio che ospita il Cenacolo, vi è una toilette pubblica.

La Basilica e Cenacolo di Santo Spirito

Arrivando in Piazza Santo Spirito l’occhio non può che cadere sulla splendida Basilica di Santo Spirito. Costruita su un progetto di Filippo Brunelleschi, la Basilica fu l’ultimo capolavoro del celebre architetto, che inizio i lavori nel 1444. Alla sua morte il progetto passò nelle mani di Antonio Manetti, Giovanni da Gaiole e Salvi d’Andrea, che la terminò alla fine del Quattrocento.

basilica di santo spirito

La facciata della Basilica non fu in realtà mai terminata e di presenta con una linea elegante, ma completamente priva di decorazioni. La semplicità della facciata non deve tuttavia trarre in inganno: al suo interno la Chiesa racchiude opere d’arte notevoli di artisti come Filippino Lippi, Bernardo Rossellino, Maso di Banco ed un crocifisso ligneo attribuito ad un giovane Michelangelo Buonarroti.

santo spirito all'interno

A sinistra della facciata della Basilica si accede al Museo della Fondazione Romano dove è situato il bel Cenacolo di Santo Spirito, opera di Andrea Orcagna.

Il Cenacolo ha sede nel refettorio dell’antico convento agostiniano che non fu coinvolto nel progetto del Brunelleschi e ha mantenuto quindi il proprio fascino tardo gotico. Il Cenacolo fu affrescato da Andrea Orcagna che dipinse un’ampia Crocifissione con Maria e le pie donne al di sopra dell’Ultima Cena. Purtroppo nei secoli gli affreschi sono stati irremidiabilmente rovinati ed oggi sono visibili solo in parte. Leggi di più sul Cenacolo di Santo Spirito in questo articolo.

Palazzo Guadagni

Su Piazza Santo Spirito si affacciano diverse case quattrocentesche, abitate nel Rinascimento da famiglie nobili e ricchi mercanti.

Palazzo Guadagni

Tra tutti gli edifici spicca l’elegante Palazzo Guadagni, chiamato anche “Palazzo Dei”, dal nome della famiglia che lo fece costruire nel Cinquecento. Il palazzo ha una caratteristica loggia al piano superiore, che ritroviamo spesso nelle residenze degli aristocratici fiorentini.

La Piazza dei Mercatini

Piazza Santo Spirito ospita regolarmente dei mercatini che contribuiscono ad animare la piazza.

Tutti i giorni feriali ci sono le bancarelle del mercatino rionale mentre nei giorni festivi ospita fiere di oggetti d’epoca e prodotti gastronomici.
Ogni seconda domenica del mese (eccetto che a luglio ed agosto) troverai gli stand di artigianato locale ed etnico per il Mercato Arti e Mestieri d’Oltrarno. La terza domenica del mese è invece dedicata alla Fierucolina di Santo Spirito con prodotti enogastronomici tipici, anche di piccoli agricoltori locali.

NELLE VICINANZE:

  • La Cappella Brancacci - situata all'interno della Chiesa di Santa Maria del Carmine (in Piazza del Carmine) la piccola cappella ha un meraviglioso ciclo di affreschi realizzati da Masaccio, Filippino Lippi e Masolino da Panicale.
  • Palazzo Pitti - costruito su un progetto di Brunelleschi, residenza della famiglia de' Medici prima, dei Lorena poi ed infine dei Savoia al tempo di Firenze capitale, ha al suo interno la Galleria Palatina, la Galleria d'Arte Moderna, la Galleria del Costume, il Museo degli Argenti ed il Museo delle Porcellane.
  • Il Giardino di Boboli - il parco monumentale più bello della città, ha al suo interno delle splendide sculture ed opere di artisti tra cui Buontalenti e Giambologna.
  • Il Palazzo di Bianca Cappello - Il palazzo fu teatro della tormentata storia d'amore tra Francesco I de' Medici e Bianca Cappello, che fu prima la sua amante e poi moglie, purtroppo sempre malvista dalla famiglia de' Medici (entrambi morirono in modo misterioso, forse per avvelenamento). La residenza ha una bella facciata affrescata, che spicca in mezzo agli altri palazzi della strada. Si trova in via Maggio 26.

Autore: Cristina Romeo

Nata a Firenze alla fine dei favolosi anni ‘70, vive da sempre nella famosa “culla del Rinascimento”. Innamorata della sua terra, è mamma di un'adorabile e vivace bimba, a cui spera di trasmettere tutta la sua passione per la loro meravigliosa e preziosa Toscana.



Commenti

Domande? Il posto giusto dove chiedere è il nostro Forum*

* Non ci è possibile rispondere a domande poste nei commenti, per favore chiedi sul Forum!

Le nostre Guide

  • DiscoverTuscany.com
  • VisitFlorence.com
  • Chianti.com
  • Agriturismo in Toscana.com
  • Firenze Alloggio.com