Le tariffe più basse per il tuo Hotel a Firenze con Booking.com

Le offerte migliori direttamente dai proprietari su FirenzeAlloggio.com

Prenota Visite e Tour Guidati

Prenota il tuo Tour

Prenota i tuoi biglietti ed evita le attese!

Prenotazione Musei

Scopri le offerte dei migliori Ristoranti di Firenze con TheFork

Prenota il Ristorante

I 5 Regali Top da Firenze

Andare in giro a fare shopping è un must in ogni periodo dell’anno, ma soprattutto quando si è in vacanza: acquistare qualche souvenir da portare a casa come ricordo del tempo trascorso a Firenze è qualcosa a cui non si può rinunciare!

Ci sono molti negozi sparsi per il centro dove poter comprare oggetti carini, ma se cerchi qualcosa di veramente tipico e fiorentino, ce ne sono alcuni che dovresti preferire ad altri, proprio perché esclusivamente made in Florence (o nei dintorni) e parte della tradizione e dell’economia locale da secoli.

Abbiamo selezionato i 5 regali che secondo noi rappresentano nel miglior modo Firenze, così da poterti aiutare nella scelta, ma se pensi ce ne siano altri migliori, non esitare a farcelo sapere!

1. GIOIELLI IN ORO


Anelli fatti a mano in classico stile rinascimentale del laboratorio di Alessandro Dari

Sin dal primo Rinascimento, Firenze è stata una fucina di mastri orafi, che non creavano soltanto gioielli da indossare come accessori, ma vere e proprie opere d’arte in oro, argento e pietre preziose per famiglie private ma soprattutto per la chiesa e per gli ufficiali pubblici, da indossare durante le cerimonie. Se vuoi ammirare questi preziosi capolavori del passato, ti consiglio di visitare il Museo degli Argenti di Palazzo Pitti, dove potrai fare un salto indietro nel tempo, immaginando per un istante come ci si potesse sentire ad indossare e ad usare quelli che erano oggetti quotidiani di così tanto valore, solo per il gusto di mostrare le proprie capacità economiche e finanziarie.

Per andare a Palazzo Pitti, devi attraversare Ponte Vecchio, il primo posto a Firenze che viene in mente quando si pensa ai gioielli ed agli oggetti di grande valore: su entrambi i lati del ponte sono ubicati negozi dove si vendono esclusivamente gioielli e dove, un tempo, si trovavano anche macellai e conciatori, che qui riuscivano a disfarsi molto semplicemente dei rifiuti e degli scarti di lavorazione...li buttavano giù dal ponte nel fiume! Che schifo, e soprattutto, nessun rispetto per la natura! Ad ogni modo, dato che il forte odore degli scarti si sentiva molto chiaramente, pungendo l’olfatto della reggente famiglia dè Medici quando attraversava il ponte, fu deciso e stabilito - a partire dal XVI° secolo - che soltanto gli orafi potessero avere negozi su Ponte Vecchio, e così è da allora.


Opere in filigrana di Valentina Caprini

Se visiti il Ponte durante il giorno, devi assolutamente tornarci per una passeggiata serale, quando i negozi sono chiusi, perchè serrano le vetrine - brillanti e scintillanti di preziosi durante la giornata - con una sorta di saracinesca in legno, facendo assomigliare i negozi alle tipiche scatolette in legno in cui sono conservati i gioielli! ;-)

Dove andare:

Ti suggerisco di stare lontano da Ponte Vecchio per i tuoi acquisti, dato che i prezzi sono più alti della media, anche se rispecchiano l’alta qualità delle creazioni forgiate. Ti consiglio, invece, alcuni laboratori dove puoi persino incontrare - talvolta - il mastro orafo che ti mostrerà le sue creazioni, perfette per te o per chiunque sia destinato a ricevere il tuo regalo.


Anello della collezione "Le Torri" di Alessandro Dari

Alessandro Dari - Oltrarno, Via di S. Niccolo, 115R

Alessando è molto di più di un semplice orafo: è un artista che esprime tutta la sua conoscenza e la sua spiritualità attraverso le sue opere. Il suo laboratorio offre anche uno spazio espositivo (una sorta di piccolo museo artigiano) dove si possono ammirare le sue collezioni, dalle torri agli angeli, dalle chiese alle corone; vi sono anelli creati in stile rinascimentale ed altri dal design più contemporaneo. Qui troverai sicuramente qualcosa che fa al caso tuo e che diventerà una piccola opera d’arte da custodire gelosamente; il laboratorio si trova nella zona di San Niccolò, proprio sotto piazzale Michelangelo.

Penko - vicino al Duomo, Via Zannetti, 14/16R

Penko è un piccolo laboratorio artigianale a conduzione familiare a meno di due isolati dal Duomo, specializzato in oreficeria fatta tutta a mano secondo le tradizionali tecniche fiorentine. E’ molto rinomato per le sue meravigliose creazioni e per l’altissima qualità di ogni singolo oggetto prodotto; la loro tendenza è quella di unire passato e presente, ricreando gioielli rinascimentali, ritratti in opere e dipinti famosi del periodo, ma rivedendoli in chiave moderna per renderli attuali ed...irresistibili! Un esempio? La mia fede nuziale!


Braccialetti ed anelli in argento a "gomitolo" di Valentina Caprini delle Officine Nora

Officine Nora - Oltrarno, vicino Piazza Santo Spirito, Via dei Preti, 4R

Se, invece, cerchi qualcosa dallo stile più contemporaneo, allora il posto giusto per te è questo laboratorio appena fuori Piazza Santo Spirito, dove 6 giovani orafi hanno deciso di aprire un laboratorio in collaborazione. Vi è anche un’area espositiva, ma non è sempre aperta: suona il campanello, con la speranza che vi sia qualcuno ad aprirti, o meglio ancora chiama in anticipo il numero 055 975 8930 e prendi un appuntamento per vedere le loro magnifiche creazioni dal vivo, dal design moderno e realizzate in 6 differenti stili. Gli autori di queste meraviglie sono Margherita de Martino Norante, Martina Loncar (conosciuto anche come Tinka Loncar), Valentina Caprini, Francesca Zanuccoli, Kellie Riggs e Arata Fuchi. A dicembre, durante le vacanze, sono solitamente aperti dall’11 al 24 durante il pomeriggio dalle 15 alle 20 e durante il fine settimana dalle 10 alle 20, per dare modo a tutti di fermarsi e comprare i loro speciali souvenir fatti a mano. Infine, offrono anche lezioni della durata di un’ora e mezzo, tre o quattro, per darti modo di vedere e toccar con mano il lavoro di un vero artigiano, durante le quali potrai provare ciò che significa essere un orafo (o, al massimo, un apprendista!). Un’idea è anche quella di regalare a qualcuno che conosci - e che sai apprezzerebbe particolarmente - una lezione di laboratorio con loro, dai un’occhiata alla loro pagina Facebook per ulteriori dettagli. 

2. CERAMICHE

Le ceramiche erano molto importanti a Firenze durante il Rinascimento, soprattutto quando i fratelli Della Robbia, nella loro bottega, cominciarono a creare quei colori considerevolmente brillanti - i gialli, i verdi, i blu ed i bianchi - leggermente smaltati per decorare le loro opere in terracotta che, ancora oggi, arricchiscono chiese ed edifici della città del Rinascimento (basti pensare ai famosi bambini fasciati che decorano l’esterno dell’Istituto degli Innocenti in Piazza Santissima Annunziata). Vassoi, piatti, brocche e molti altri oggetti erano ampiamente ricercati per decorare le case più illustri della nobiltà fiorentina nel corso dei secoli.

Oggi, le ceramiche non vengono più, generalmente, prodotte in città, ma nei dintorni di Firenze: sin dall’epoca rinascimentale, le maggiori famiglie erano solite commissionare collezioni e serviti in ceramica a Montelupo Fiorentino (facendo crescere d’importanza nel tempo lo stile della majolica), all’Impruneta (più conosciuta per la sua produzione di terracotta) e a Sesto Fiorentino, dove i vasai locali impararono l’arte della produzione di porcellana.

Le ceramiche di Firenze sono state esportate in tutto il mondo nel corso dei secoli, ma è anche vero che non è un settore che gode di vita facile: una volta che hai acquistato un bellissimo servizio di piatti, non lo sostituisci spesso, giusto? D’altro canto, costituiscono dei presenti incomparabili da portare ad amici e parenti come ricordo di Firenze, dei pezzi stupendi dal design esclusivo ed unico. Personalmente, compro non appena posso ceramiche con su disegnati frutti - soprattutto i limoni, come piattini, piccoli vassoi, fiaschette per l’olio, saliere e pepiere, da regalare alla mia famiglia! La cosa più importante da notare è che qualsiasi oggetto in ceramica tu voglia portare a casa, non devi preoccuparti di come poter fare, basta farselo spedire! Solitamente, non è molto caro, soprattutto se paghi in base alla misura dell’imballo e non in base al peso (chiedi al proprietario del negozio).


Caraffe in ceramica in tradizionale stile fiorentino presso Ricceri Ceramica

Dove andare:

Ceramica Ricceri - vicino al Duomo, Via dei Conti, 14R

Questo piccolo negozio vicino alle Cappelle Medicee è lì da ben 8 generazioni: il laboratorio è ubicato poco distante dall’Impruneta e non a Montelupo e produce oggetti sia dal classico design fiorentino, molto popolare durante l’epoca rinascimentale, che con disegni abbastanza geometrici e colorati, come vassoi, piatti e caraffe, tutti realizzati non al tornio, ma tramite l’esclusivo processo a spirali di argilla impilati, che in questo modo danno vita così all’opera d'arte desiderata. Spediscono in tutto il mondo con un’assicurazione che protegge gli oggetti acquistati e che, quindi, sono garantiti fino all’arrivo a casa tua. Quando mi sono fermata in negozio, il proprietario, Luca, è stato molto gentile con me, e mi ha rivelato che non si tratta di un mestiere facile e che spera che il figlio di un suo cugino possa portare avanti questa lunga tradizione di famiglia. Se vuoi visitare il laboratorio all’Impruneta, dai un colpo di telefono a Luca per fissare un appuntamento (338-359-6526), lui è l’unico che parla anche inglese (nel caso tu abbia amici o compagni di viaggio che lo preferiscono) e si alterna tra il negozio a Firenze ed il laboratorio all’Impruneta. ;-).


Il negozio Migliori con la sua esposizione di oggetti

Ceramiche Artistiche Migliori - vicino Piazza Santa Croce, Via dei Benci, 39

Uno degli ultimi artigiani rimasti in questa particolare strada, dove hanno preso il sopravvento soprattutto bar, ristoranti e locali. Migliori, un’altra piccola attività a gestione familiare, è specializzato non solo in vassoi dal design tradizionale, ma anche in opere in terracotta smaltata, come dei bellissimi angeli, una riproduzione degli originali presenti all’interno della chiesa di Santa Croce. Il negozio ha oggetti di ogni dimensione, vi troverai sicuramente qualcosa che fa al caso tuo!

Dalila Chessa

Se cerchi qualcosa di più moderno e contemporaneo, le creazioni di quest’artista sono imbattibili! Ho osservato da vicino alcuni lavori di Dalila di recente - tazze e piatti - presso un’abitazione privata, ed ho subito deciso che dovevo andare a scoprire chi fosse questa artista, il cui stile grazioso ed accattivante riesce sempre a trovare un posto in qualsiasi casa venga portato!


Design contemporaneo su piatti, tazze e caraffe di Dalila Chessa

3. PROFUMI

Un’altra tradizione nata secoli addietro, quando tutti si affidavano ai farmacisti del periodo che mescolavano lozioni, sciroppi e tisane curative - tra cui estratti di fiori, piante ed erbe per il puro piacere del loro profumo. Oggi, questi “miscugli” si presentano sotto forma di essenze e profumi, anche se questi ultimi possono essere più difficili da regalare a qualcuno, dato che sono molto personali. In voga sono soprattutto le essenze per la casa, tanto che alcune aziende si sono specializzate in questo settore.


I bellissimi interni del negozio Aqua Flor

Dove andare:

Aqua Flor - vicino Piazza Santa Croce, Via Borgo Santa Croce, 6

Con più di 5000 profumi, questo negozio è un must per chiunque voglia acquistare un regalo del genere, anche per se stesso: infatti, se ti vuoi concedere qualcosa di veramente speciale, puoi farti fare - appositamente per te - un profumo dal Mastro Profumiere Sileno Cheloni. Oltre a fragranze ed essenze per la casa, potrai trovare saponi biologici, creme per il viso ed il corpo, erbe e sali per il bagno, tutto prodotto con materie ed ingredienti naturali. Il negozio, di per sé, è avvolto da un'aura di fascino ed antica bellezza, con le sue tre sale ubicate al piano terra del palazzo storico Serristori Corsini Antinori.


Gli interni del negozio Aqua Flor con i suoi profumi per la casa

Dr. Vranges - Tre negozi - vicino Piazza San Marco (Via San Gallo, 63R), tra Via Tornabuoni e Piazza Santa Maria Novella (Via della Spada, 9R) e vicino Piazza Beccaria (Borgo La Croce, 44R)

Questi bellissimi negozietti sono specializzati in profumi per la casa, per l’ufficio e l’auto, avvolti in delicate e profumate fragranze che si respirano sin dal primo istante in cui si entra. Vi si può trovare anche una piccola selezione di profumi e cosmetici: tra le varie proposte, vi è anche il profumo di Firenze, per ricordarsi di questa stupenda città una volta tornati a casa.


Negozio e laboratorio dove vengono realizzati i profumi del Dr. Vranges

Antica Farmacia di Santa Maria Novella - proprio dietro Piazza Santa Maria Novella, in Via della Scala, 16

Questo è un altro negozio da visitare come si fa per un museo, dato che è parte integrante della storia di Firenze...e del suo caratteristico fascino. Questa antica farmacia del convento domenicano di Santa Maria Novella aprì le sue porte al pubblico nel lontano 1612, ma era già operativo ben prima per coloro che solevano preparare gli elisir per curare le varie malattie ed indisposizioni. Oggi, produce ancora profumi, cosmetici, liquori, alimenti, tisane ed infusi seguendo le antiche ricette di un tempo.


Profumi prodotti con ingredienti naturali presso l'Antica Farmacia Santa Maria Novella

4. CANCELLERIA

In un’epoca digitale quale la nostra, l’usanza dello scrivere a mano può rischiare di andare persa tra i meandri di computer e dispositivi smart, ma per coloro che ancora amano scrivere a mano e riscoprire questo piacere, acquistare cancelleria a Firenze sarà come sognare ad occhi aperti! Dalla carta prodotta con la tecnica fiorentina della marmorizzazione, ad altri oggetti rivestiti con la suddetta carta, ti troverai sopraffatto dall’imbarazzo della scelta girellando per questi negozi: da un taccuino in pelle fatto a mano a dei calami con inchiostro colorato, dalla cera per sigillare le lettere con il tuo sigillo personale, alle carte ed ai segnalibri, tanti sono i piccoli oggetti da regalare o acquistare per se stessi. Se ti piace la cancelleria, questo sarà un passatempo a cui non riuscirai a dire di no!

Dai un’occhiata a questo video per capire come viene creata la carta marmorizzata (i passaggi sono un pò veloci, ma rendono bene l’idea).

Dove andare:

Papiro - Esattamente in Piazza Duomo, 2 e lungo l’Arno su Lungarno Acciaiuoli 42R o tra il Duomo e Piazza San Marco in Via Cavour 49R

Uno dei più classici negozi di cancelleria a Firenze con carta fiorentina e libri in pelle. Come descritto sopra, sono tre i negozi Papiro, ma ti consiglio di andare in Piazza del Duomo o in quello sul Lungarno, perchè sono davvero stupendi. Puoi anche visitare il laboratorio a Bagno a Ripoli per osservare da vicino come viene prodotta la carta marmorizzata e rilegati i libri in pelle, oltre a provare a creare la tua propria carta marmorizzata.


L'interno del negozio Papiro sul Lungarno

Abacus - vicino Piazza San Lorenzo in Via dei Ginori, 28R

Questo negozio è un sogno che diviene realtà per tutti gli amanti dei libri. E’ specializzato in rilegature di libri e puoi comprarvi album bianchi di altissima qualità e taccuini, così come album fotografici rilegati in pelle o carta fiorentina. La carta è priva di acidi ma puoi scegliere anche quella prodotta in 100% cotone. Colorano anche la pelle utilizzando tecniche tradizionali perfezionate nel corso dei secoli. Se vuoi, puoi visitare il laboratorio in Corso San Lorenzo 9 chiamando il numero (3453280318) per fissare l'appuntamento.

I disegni di Beatrice - Facebook page

Per una panoramica più contemporanea della cancelleria fiorentina, devi riuscire a mettere le mani su un taccuino con la cover disegnata da Beatrice! Oppure su delle carte, un calendario o persino un paralume da lei creati. Realizza bellissime illustrazioni dei monumenti di Firenze in uno stile tutto suo, dal Duomo a Palazzo Vecchio, a Ponte Vecchio sono tutti un piacere per gli occhi!

Beatrice vende i suoi oggetti alle fiere o ai mercatini, almeno per ora che il suo sito è in allestimento, per cui non sono così facili da trovare.

Solitamente, a dicembre partecipa al Mercato della Fierucola il giorno 8 in Piazza SS Annunziata e, qualche giorno dopo, al mercatino natalizio presso l’Andersen Cafe (un fantastico bistrot molto accogliente in Via Borgo Santa Croce, 21R, vicino ad Aqua Flor); inoltre, è presente di solito a Palazzo Corsini (Lungarno Corsini, 8) per il mercatino natalizio organizzato a favore del FILE - associazione non-profit che offre assistenza alle famiglie con grossi disagi e malattie. Se ti piacciono i suoi disegni, puoi chiederle di farti qualche illustrazione di una fiaba da regalare al tuo bambino.


I disegni di Beatrice decorano paralumi, cartoline natalizie, taccuini e molti altri oggetti ancora

Selezionare solo tre posti da consigliare in quest’articolo è stato difficile, dato che ce ne sono altri presso cui vale davvero la pena fermarsi per ammirare gli oggetti o acquistarne alcuni da portare a casa, tra cui: Johnsons & Relatives (Via del Proconsolo, 26r), Signum (Via dei Benci, 29R e Lungarno Archibusieri, 14R) e Carta e Cartoni (Marzotto Carta, Borgo degli Albizi 86R).

Infine, ti piacerebbe partecipare ad una lezione per imparare a fare la carta marmorizzata? Se sì, ti consiglio di fissare un appuntamento con Francesca Vannini, artista e restauratrice il cui laboratorio si trova in Via dell'Agnolo, 29R. Offre anche lezioni di altro tipo, come di pittura ad acqua e ad olio, litografia, mosaico...se sei appassionato d’arte, Firenze è il luogo giusto per dar libero sfogo alla tua vena creativa!


Il retro del negozio di Johnsons & Relatives

5. PELLE

Scarpe, borse, cinture e portafogli! Ho lasciato la pelle da ultimo perché include così tanti accessori ed articoli di ogni tipo che ne troverai ad ogni angolo della città. Se ti piace la pelle, non puoi tornare a casa da un luogo come Firenze e non portare qualcosa come souvenir. La produzione di pelle e le concerie si erano stabilite lungo l’Arno in città secoli addietro, ma per via del forte odore conseguentemente emanato, la produzione oggi si è spostata lungo il corso del fiume in località come Santa Croce sull’Arno. La pelle italiana di alta qualità non è economica e troverai in città chi ti offrirà articoli di bassa qualità per poterli vendere a prezzi più bassi ed abbordabili, ma se vuoi una bella giacca , prodotto con della pelle che duri nel tempo, devi vedere il tuo acquisto come un investimento, soprattutto per articoli come giacche, scarpe o stivali.

Abbiamo già redatto un articolo dove ti diamo dei suggerimento per acquistare giacche pelle ed altri articoli, per cui in questo mi concentrerò soprattutto sulle scarpe.


Eleganti e classiche: le scarpe da uomo dell'Antica Cuoieria

Dove andare:

Antica Cuoieria - vicino al Duomo, vicino a Via dei Calzaiuoli in Via del Corso, 48R

Le scarpe qui sono bellissime, ma il negozio in sè, con i suoi mobili in legno, non è da meno. Non è economico, ma chiunque in città ne parla come uno dei migliori in merito alla qualità. Tutte le scarpe in stile classico sono disegnate da loro e prodotte internamente, mentre le versioni più alla moda sono fatte a mano da un altro artigiano fiorentino.

Mannina - sull'Oltrarno tra Ponte Vecchio e Palazzo Pitti in Via de' Guicciardini, 16R e  Via de' Barbadori, 19R

Scarpe fatte a mano che possono essere realizzate su misura per i tuoi piedi, proprio come per le persone vip! Questo artigiano, il cui negozio è ubicato in Oltrarno tra Ponte Vecchio e Palazzo Pitti, realizza scarpe dal 1953 ed il figlio Antonio sta portando avanti la tradizione. Pelle di altissima qualità realizzate con sapiente maestria artigiana che puoi ammirare da vicino. Scarpe bellissime sia da uomo che da donna.

Quoio - sull'Oltrarno in Via dei Serragli, 69/R

Un altro laboratorio nell’Oltrarno, che produce accessori in pelle fatti a mano dal design più contemporaneo ed alla moda - tra cui borse, cinture, anelli, portachiavi, portafogli cover per cellulari- di cui puoi osservare i vari step della produzione direttamente durante la tua visita.

Sei stato in uno di questi negozi ed hai acquistato de souvenir come quelli sopra descritti per te o per i tuoi cari? Quali altri negozi tipici di Firenze consiglieresti, o quali altri souvenir pensi siano tra i più rappresentativi di Firenze? Condividi con noi le tue opinioni nei commenti sottostanti!


All'interno del negozio e laboratorio Quoio

Autore: Lourdes Flores

Sono americana (dalla California) e vivo a Firenze da più di 10 anni. Mi piace esplorare e scoprire tanti angoli di Firenze e della Toscana rimasti nascosti. Mi piace condividere le mie esperienze e fornire aiuto sul Forum rispondendo alle domande dei turisti (sopratutto stranieri) che stano programmando la loro vacanza in Toscana. Se avete delle domande, postategli li'!



Commenti

Domande? Il posto giusto dove chiedere è il nostro Forum*

* Non ci è possibile rispondere a domande poste nei commenti, per favore chiedi sul Forum!

Le nostre Guide

  • DiscoverTuscany.com
  • VisitFlorence.com
  • Chianti.com
  • Agriturismo in Toscana.com
  • Firenze Alloggio.com