Le tariffe più basse per il tuo Hotel a Firenze con Booking.com

Le offerte migliori direttamente dai proprietari su FirenzeAlloggio.com

Prenota Visite e Tour Guidati

Prenota il tuo Tour

Prenota i tuoi biglietti ed evita le attese!

Prenotazione Musei

Scopri le offerte dei migliori Ristoranti di Firenze con TheFork

Prenota il Ristorante

5 idee per la Pasqua ed il Lunedì dell’Angelo a Firenze

La Pasqua cade in un giorno variabile, che dipende dai cicli lunari, tra la fine di Marzo ed il 25 Aprile, in un periodo di clima sostanzialmente mite in tutta Italia. Ci troviamo infatti all’inizio della Primavera che porta con sé giornate più lunghe e tiepide, il risveglio della natura ed i profumi di erba fresca e dei primi fiori nell’aria.

Le vacanze di Pasqua sono un momento perfetto per godersi le città d’arte e tra queste sicuramente non può mancare Firenze, nella quale potrete alternare bellissime passeggiate all’aria aperta con le visite ai musei e mostre in corso, senza dimenticare il tradizionale evento dello Scoppio del Carro.

1. LO SCOPPIO DEL CARRO

scoppio del carro

L’appuntamento più atteso della Pasqua a Firenze è senza dubbio quello con il suggestivo Scoppio del Carro, che si svolge la domenica di Pasqua a partire dalle 10 circa. Lo Scoppio del Carro è una tradizione nata oltre 300 anni fa e oggi come allora vede come protagonista della cerimonia il “Brindellone”, un carro alto 9 metri che viene trainato dai buoi dal suo deposito in via Il Prato fino a Piazza Duomo. Attorno alle 11, durante la messa, l’Arcivescovo di Firenze accende e fa partire dall’altare la “Colombina” ovvero un razzo a forma di colomba (simbolo dello Spirito Santo) che correndo lungo un filo raggiunge il Brindellone e lo incendia, accendendo i fuochi d’artificio montati su di esso. Il carro infuocato è uno spettacolo che lascia a bocca aperta i turisti, ma anche gli stessi fiorentini, che attendono di veder ritornare la Colombina all’altare Maggiore. Secondo la tradizione infatti se la Colombina torna all’altare l’anno sarà positivo (un tempo era auspicio di buon raccolto nei campi).Potete leggere altre curiosità sullo Scoppio del Carro in questo articolo.

2. NEI MUSEI

Se state programmando di trascorrere anche solo un paio di giorni a Firenze, non vorrete probabilmente rinunciare all’opportunità di vedere le sue bellezze artistiche.
In genere a Pasqua e Pasquetta rimangono aperti almeno i principali musei fiorentini.

Di lunedì alcuni musei e luoghi d’arte fiorentini chiudono, ma alcuni aprono in via straordinaria per permettere la visita ai turisti in città.

ATTENZIONE! Anche il 1 Aprile, come ogni domenica del mese, i musei statali saranno ad ingresso gratuito. Qui è disponibile una lista dei musei statali fiorentini: visitflorence.com/it/firenze-musei/lista-musei-stati-a-firenze.html.

Queste sono le aperture dei musei nel 2018 per il quale abbiamo visto orari confermati:

Palazzo Vecchio e Torre di Arnolfo - il museo sarà aperto domenica 1 e lunedì 2 dalle 9 alle 23; la torre dalle 9 alle 21 (salvo pioggia)

Museo Novecento - aperto a Pasqua e Pasquetta 2018 dalle 11 alle 20

Complesso di Santa Maria Novella - aperto il 1 Aprile dalle 13 alle 17,30 e lunedì 2 dalle 9 alle 19

Museo Bardini - chiuso a Pasqua, aperto a Pasquetta 2018 dalle 11 alle 17

Cappella Brancacci - chiusa a Pasqua, aperta a Pasquetta 2018 dalle 13 alle 17

Fondazione Salvatore Romano - chiusa a Pasqua, aperta a Pasquetta 2018 dalle 13 alle 17

Museo del Bigallo - aperto il 1 Aprile e 2 Aprile con visite guidate su prenotazione alle ore 10 e 12 (per prenotazioni 055 288496)

Galleria dell'Accademia - aperto il 1 aprile con entrata gratuita ed apertura straordinaria lunedì 2 aprile, tutti i due giorni con orari 8.15-18.50

Palazzo Strozzi - aperto tutto i giorni del Ponte di Pasqua, dalle 10 alle 20.

Galleria degli Uffizi, Palazzo Pitti e Giardino di Boboli - aperti il 1 aprile con entrata gratuita (perche è la prima domenica del mese).

Galleria degli Uffizi - per Pasquetta, lunedì 2 aprile 2018,apertura dalle ore 8.15 alle ore 18.50.

Giardino di Boboli - dalle ore 8.15 alle ore 18.30. Ultimo ingresso un'ora prima della chiusura.

In passato, anche altri musei tipo il Bargello e le Cappelle Medicee hanno fatto orari straordinari per Pasqua e Pasquetta ma per ora non abbiamo informazioni certe. Controllate qui nelle prossime settimane, continueremo ad aggiornare questo articolo con informazioni su altri musei che saranno aperti.

Nel periodo di Pasqua a Firenze sono in programma anche diverse interessanti mostre, trovate un elenco delle principali in questo articolo.

3. RELAX NEI GIARDINI

giardino di boboli

Chi preferisce godersi Firenze anche oltre i musei e le mostre, potrà optare per delle belle passeggiate baciate del sole primaverile, magari verso Fiesole, Settignano o le colline fiorentine o in uno dei meravigliosi giardini e parchi monumentali della città. Oltre al classico Giardino di Boboli ed al Giardino di Villa Bardini (il Bardini è chiuso il Lunedì di Pasquetta ma Boboli farà un' apertura straordinaria) potrete ammirare la vista panoramica dal Giardino delle Rose, appena sotto Piazzale Michelangelo o, cambiando zona, fare un bel picnic nel Giardino dell’Orticoltura, senza dimenticare di affacciarvi ai vicini Orti del Parnaso.

Se amate camminare non perdetevi questi 3 itinerari a piedi alla scoperta del centro storico, dell’Oltrarno e di Piazzale Michelangelo e San Miniato, li trovate qui.

Riapre in genere il giorno di Pasqua il grande Parco mediceo di Pratolino. L'ingresso è gratuito.

4. UNA GITA FUORI PORTA

badia a passignano

Tradizionalmente la Pasquetta è un giorno dedicato ad una bella gita fuori porta con gli amici e/o la famiglia, come recita il detto “Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”. Se volete organizzare una gita avendo come base Firenze, non avete che da scegliere se orientarvi verso la campagna (ad esempio il Chianti), il mare (la vicina Versilia o la costa degli Etruschi, per esempio) od i borghi e città d’arte toscane. Le alternative sono ugualmente valide se vi spostate in auto, mentre se dovete fare affidamento solo su treni e bus (ricordatevi che il Lunedì di Pasqua è considerato un giorno festivo), allora potreste optare per Siena, Lucca, Pisa o Arezzo, che sono a circa un’ora di viaggio da Firenze. Per altri suggerimenti sulle più belle gite di un giorno da fare in Toscana partendo da Firenze, leggete questo articolo.

5. A TAVOLA

Conoscere un paese od una città significa entrare in contatto anche con la tradizione culinaria, non trovate? Al di là dei cibi e sapori che potete trovare tutto l’anno a Firenze, uno su tutti la famosa bistecca alla fiorentina, voglio darvi qualche indizio di ciò che potete trovare nei ristoranti della città (ed in generale in Italia) nei giorni di festeggiamento della Pasqua.

La bistecca cede il passo all’agnello, cucinato soprattutto arrosto, servito come piatto principale. Sulla tavola non possono mancare neanche le uova, che per tradizione vengono benedette durante la messa della Pasqua e mangiate da tutti i membri della famiglia (sempre più spesso nelle chiese vengono benedette anche le uova di cioccolato, senz’altro più apprezzate dai bambini, che le ricevono in regalo proprio in occasione della festa). Tra i dolci, che potete trovare anche nella maggior parte delle pasticcerie di Firenze, spicca la Colomba, un dolce lievitato con canditi, ricoperto di mandorle e glassa, che in Italia sta alla Pasqua come il Panettone ed il Pandoro al Natale. (Photo credit Yahti.com on Fickr).

Cercate un ristorante tipico dove mangiare a Pasqua e/o Pasquetta? Non perdetevi i nostri suggerimenti sulle migliori trattorie tipiche di Firenze.

Nel periodo della Quaresima un po’ in tutta la Toscana, nelle pasticcerie e forni potrete trovare il “pan di ramerino”, una sorta di panino dolce con ramerino e uvetta (per tradizione viene portato a benedire nella Messa del Giovedì Santo). Più tipici dell’area fiorentina sono i biscotti chiamati "quaresimali", fatti con il cacao ed a forma di lettere, apprezzati soprattutto dai bambini.

Per avere altre suggerimenti su cosa fare in Toscana nei giorni di Pasqua, leggete questo articolo dedicato.


Autore: Cristina Romeo

Nata a Firenze alla fine dei favolosi anni ‘70, vive da sempre nella famosa “culla del Rinascimento”. Innamorata della sua terra, è mamma di un'adorabile e vivace bimba, a cui spera di trasmettere tutta la sua passione per la loro meravigliosa e preziosa Toscana.



Commenti

Domande? Il posto giusto dove chiedere è il nostro Forum*

* Non ci è possibile rispondere a domande poste nei commenti, per favore chiedi sul Forum!

Le nostre Guide

  • DiscoverTuscany.com
  • VisitFlorence.com
  • Chianti.com
  • Agriturismo in Toscana.com
  • Firenze Alloggio.com