Le tariffe più basse per il tuo Hotel a Firenze con Booking.com

Le offerte migliori direttamente dai proprietari su FirenzeAlloggio.com

Trova il tuo Appartamento o Casa Vacanze a Firenze su Airbnb

Appartamenti Firenze su Airbnb

Prenota Visite e Tour Guidati

Prenota il tuo Tour

Prenota i tuoi biglietti ed evita le attese!

Prenotazione Musei

Scopri le offerte dei migliori Ristoranti di Firenze con TheFork

Prenota il Ristorante

Museo dell'Opera del Duomo

OPA, al servizio della Cattedrale di Firenze da oltre 700 anni!

L'Opera del Duomo (OPA), anche detta Opera di Santa Maria del Fiore, è un'istituzione laica fondata nel 1296 dalla Repubblica di Firenze per monitorare i lavori di costruzione della nuova cattedrale e del campanile.

Nel 1436, il Duomo fu terminato con la Cupola del Brunelleschi e la sua consacrazione.

Con il termine dei lavori, l'attività principale dell'Opera del Duomo divenne quella di conservare e tutelare i monumenti, compreso il Battistero di San Giovanni. Nel 1891 fu creato il Museo per ospitare tutte le opere d'arte che nei secoli sono state rimosse dal Duomo e dal Battistero.

Il museo, infatti, è stato concepito per offrire riparo dall'inquinamento a tutte le statue esterne della cattedrale.

I numeri ci danno solo un'idea di massima di ciò che si cela in realtà dietro a questi monumenti: 6000 metri quadrati di spazio espositivo, più di 1000 anni di esistenza, più di 750 opere d'arte, poco più di 720 anni di servizio da parte della commissione, 25 sale disposte su 3 piani.

Le recenti opere di ristrutturazione sono state pensate e realizzate proprio per permettere al visitatore di vivere ed ammirare da vicino passato e presente di questa sensazionale cattedrale in un'unica dimensione.

L'Opera del Duomo non si trova spesso fra i musei consigliati negli itinerari più comuni, ma può rappresentare un vero tesoro nascosto per chi ama lo stile e la scultura gotica, mentre il minor afflusso di visitatori permette una visita piacevole e senza lunghe attese per acquistare il biglietto.

Girolamo Ticciati sculpture on display at the Opera del Duomo Museum in Florence
Uno spettacolare allestimento in grado di valorizzare capolavori unici al mondo che per la prima volta vengono presentati in modo adeguato e fedele al senso per cui sono stati creati. Un museo nel museo, un concentrato di fede, arte e storia che non ha eguali al mondo perché in esso affondano le radici della cultura occidentale.

Persino soffermandoti soltanto sugli elementi salienti di questo museo potresti andare in overdose di informazioni, ecco perchè in quest'articolo cercheremo di sintetizzare il più possibile in modo che tu possa godere della sua bellezza e cultura senza sentirtene...sopraffatto!

Piano terra

Entrata

Vedi il menù laterale 
per dettagli, prezzi ed orari del Museo

Gli ambienti e le luci sono semplicemente spettacolari

Sarai immediatamente accolto da uno di quei capolavori d'arte colossali che un tempo adornavano gli interni del Battistero. L'altare principale di Girolamo Ticciati (1676-1745) fu completato nel 1732: San Giovanni in Gloria con angeli reggicandelabro. Fu tolto dall'edificio in modo che l'altare medievale potesse essere ristrutturato nella sua posizione originale.

Artist wall at the Museum of the Opera di Duomo in Florence

Corridoio dell'Opera

Forse, la grande importanza che la Cattedrale di Firenze ha avuto per il suo popolo trova spiegazione su questa parete, dove sono riportati i nomi di alcune tra le migliaia di persone che contribuirono alla sua costruzione, alla sua crescita, alla sua espansione, alla sua decorazione e preservazione, tra cui architetti, artisti, musicisti, umanisti, artigiani e operai.

Galleria delle sculture

Una chiesa che conservava al suo interno numerose decorazioni scultoree era segno di ricchezza, benessere e benedizione divina e la Galleria delle Sculture testimonia l'importanza in costante crescita che Firenze ha avuto e la sua capacità di tenere il passo con le altre chiese monumentali, e soprattutto con le altre cattedrali costruite in tutta Europa che vantavano grandi collezioni di sculture gotiche. In questa sala si può anche ammirare il retro delle porte del Battistero, più raramente visibile e sicuramente meno conosciuto e famoso.

Main hall inside the Opera del Duomo Museum

Salone del Paradiso

Il nome di questa sala deriva dalla letterale ricostruzione della facciata della vecchia cattedrale e del Battistero. Venendo dalla Galleria delle Sculture, ti troverai faccia a faccia con un modello a grandezza naturale della prima facciata della cattedrale, delle statue allineate e delle opere d'arte.

Per antica tradizione, i cristiani chiamavano Paradiso lo spazio tra un battistero e la relativa chiesa, in allusione alla gioia di quanti, nuovamente battezzati, s’avviavano a partecipare per la prima volta all’Eucaristia.**

Nell'esplorare il museo ed i piani superiori, potrai ammirare da ogni angolo e prospettiva le sculture e le incisioni; nel cortile centrale, inoltre, si trovano anche le originali Porte del Paradiso del Battistero del Ghiberti, appena ristrutturate e portate alla loro originaria bellezza! Queste sono proprio le porte che si trovavano tête-à-tête con il Duomo e potrai ammirarle da vicino in tutto il loro magico splendore dorato!

Sala della Maddalena

Questa sala prende nome dall'opera d'arte principale che ospita al centro, completamente protetta da una teca sigillata dopo la ristrutturazione a cui è stata sottoposta: si tratta della famosa Maddalena Penitente di Donatello, un'impressionante scultura lignea che induce alla riflessione chiunque si soffermi ad osservarla.

Contigua a questa sala si trova la Cappella delle Reliquie, che ospita una parte della collezione di reliquie delle chiese e che comprende più di seicento reliquie di vario tipo, uno degli aspetti più importanti della vita votiva dei fedeli e della chiesa cristiana, soprattutto nelle prime fasi della sua crescita.

Donatello on display at the Opera del Duomo Museum in Florence

Tribuna di Michelangelo

In una sala abbastanza isolata, si trova la Pietà di Michelangelo (cominciata intorno al 1550) che un tempo era ubicata all'interno del Duomo. Si dice che con tutta probabilità l'artista l'avesse concepita per la sua stessa tomba: la figura incappucciata di Nicodemo, infatti, viene comunemente interpretata come un auto-ritratto, mentre i danni riportati al braccio ed alla gamba sinistra di Cristo sembrano essere stati causati da Michelangelo stesso, preso da un raptus di frustrazione per il suo fallimento.

Michelangelo's Pieta

Il primo piano

La fondamentale capacità dello scultore esperto consiste nello scolpire una statua che, quando ammirata dal basso, appaia "normale", tanto che lo spettatore profano non riesce nemmeno a distinguerne gli aggiustamenti e le distorsioni apportati dall'artista per far apparire, ad esempio, la mano correttamente proporzionata al naso ed al piede - entrambi visti ad altezze e distanze diverse. Le varie finestre al primo ed al secondo piano permettono di vedere ed esaminare questi capolavori in tutta la loro perfetta - ed imperfetta - bellezza.

Galleria del Campanile

In questa sala sono preservate alcune opere d'arte del campanile ed ancora una volta appare evidente che la scultura fosse, all'epoca, il mezzo di comunicazione preferito, con le sedici statue a grandezza oltre il normale ed i cinquanta quattro rilievi.

La disposizione dei rilievi segue l’ordine originale, cominciando dal lato ovest della torre campanaria e procedendo a sud, a est e a nord; i rilievi esagonali raffiguranti le arti si trovano sotto quelli a losanga che illustrano i ‘sistemi’ fondanti dell’umana esistenza.***

Panels from the bell tower

Galleria della Cupola

Forse una delle sale più affascinanti di questo museo, focalizzata - come si evince dal nome - sul capolavoro architettonico del grande Brunelleschi, la Cupola. Nella sala potrai assistere ad un breve filmato sulla costruzione dell'opera, potrai ammirare gli strumenti "appositamente inventati" con lo scopo di raggiungere quelle vertiginose altezze che un tempo erano irraggiungibili, i disegni delle decorazioni e le finestre che adornano gli interni e persino tre grossi tronchi di alberi, "discreto" indizio del luogo da dove provengono le travi che hanno reso possibile la costruzione di questo sogno impossibile: la Foresta del Casentino.

Sala delle Cantorie

Qui si trovano fianco a fianco due cantorie, che un tempo erano ubicate nel Duomo, una scolpita da Luca della Robbia (1431-38) e l'altra da Donatello (1433-39): si tratta di un'opportunità unica per mettere a confronto due tra i più grandi artisti del Rinascimento - i bambini del della Robbia sono più levigati ed i loro movimenti più lirici, mentre le figure di Donatello trasmettono un maggior ed immediato vigore.

Cantoria room and teh Choir loft in the Opera del Duomo Museum

Sala del Coro Bandinelliano

Questa sala è dedicata a Baccio Bandinelli a cui, grazie alle sue grandi capacità artistiche nella lavorazione del marmo, fu affidato l'incarico da Cosimo I de’ Medici di realizzare 86 rilievi, che sarebbero poi stati utilizzati per decorare la recinzione del coro - Baccio si mise all'opera nel 1547 insieme ad i suoi assistenti; in questa sala sono esposti 24 di questi pannelli, così come una selezione di paramenti del 16°, 17° e 18° secolo.  

Il secondo piano

Dal primo piano, vi sono diverse rampe di scale per arrivare al secondo, e devo ammettere di aver avuto più volte la strana sensazione che cambiassero direzione (un pò come succede nel magico mondo di Harry Potter), perchè spesso mi ritrovavo ad un punto morto... ma giusto perchè tu lo sappia, vi è anche un ascensore alla fine della Galleria della Cupola ed un altro sulla sinistra delle scale sia dopo il Salone del Paradiso che la Galleria del Campanile.

Galleria dei modelli

Perchè sono copie?

Potrai ammirare gli originali con il vip Duomo tour. Dove il segreto fu rivelato.

Le statue originali erano così grandi che non potevano essere fatte passare dalle mura e dalle porte del Duomo senza che ne risultassero danneggiate o che danneggiassero lo stesso Duomo! 

Come si evince dal nome, questa galleria ospita i modelli realizzati per la nuova facciata: ve ne sono sette, grandi ed in legno che illustrano le proposte presentate per una facciata in stile rinascimentale a sostituzione di quella medievale, demolita nel 1587. Inoltre, vi sono due dipinti realizzati per il matrimonio del Granduca Ferdinando I con la principessa francese Cristina di Lorena, oltre alle copie di tre delle statue colossali che adornavano il Duomo in quell'occasione.

Choir book preserved in the Opera del Duomo Museum in Florence

Belvedere della Cupola, la terrazza!

Uno dei miei posti preferiti è la sala con il lucernario che guarda la cupola, e la terrazza esterna, anch'essa rivolta verso la cupola. Queste piccole sorprese ti faranno sentire ancor più vicino alla cupola e ti daranno modo di apprezzarne persino i minimi dettagli... o anche semplicemente di contemplare il miracolo che ne ha permesso la costruzione.

The baptistrey as seen from the Museum terrace in Florence

L'ultima delle new entry

Al piano terra è situato un book shop molto fornito, con un sacco di libri e molte idee sia per adulti che per bambini, per continuare ad approfondire la tua conoscenza di questa opera straordinaria e dei sui artisti, ma anche regali e souvenir per portarne un accenno, se pur minimo, ai tuoi cari. Vi è anche un piccolo bar, con il medesimo arredo luminoso, che si affaccia sul retro della cattedrale ed il suo favoloso manto in marmo colorato.

The gift shop entrance for the Opera del Duomo in Florence

Il museo organizza costantemente nuovi eventi e tour guidati, mettendo in risalto nuovi aspetti, scoperte recenti e persino rivisitazioni di ciò che già conosciamo. Puoi cliccare su questo link per vedere la lista dei tour organizzati dall'OPA (ovvero dalla commissione autorizzata dalla chiesa) ed i relativi prezzi.

Un altro punto a favore del Museo è che vi è un biglietto di entrata singolo per tutti i monumenti connessi al Duomo (vedi il menù laterale): il biglietto ti permetterà di visitare tutti i monumenti entro le 72 ore successive al primo. Ognuno può essere visitato una sola volta con lo stesso biglietto; puoi anche organizzare il tempo a tua disposizione in base alle tue esigenze, perchè le prenotazioni sono accettate per salire sulla cupola, sul campanile e per visitare il museo. Interessante da sapere, che il servizio è completamente gratuito e non obbligatorio!

Guarda le nostre foto del Museo dell'Opera del Duomo! »

Se consideri la quantità di informazioni racchiuse in questo edificio, ti accorgerai che è semplicemente...schiacciante, ma al tempo stesso affascinante: una full immersion nello spirito, nella storia e nella cultura di Firenze, delle sue vicende politiche e degli artisti che qui hanno vissuto e lavorato.


*  Sito ufficiale del Museo

** Sito ufficiale del Museo

*** Sito ufficiale del Museo


Autore: Donna Scharnagl

Ho messo piede in Italia per la prima volta più di 25 anni fa ed ancora non ho trovato un buon motivo per andarmene. Dell'Italia amo il cibo, la cultura, la storia, l'arte, i paesaggi...ho menzionato già il cibo?! Mi definisco una studentessa a lungo termine. E così ho imparato che gli italiani hanno storie che vale la pena di ascoltare, storie che dipingono un quadro che mostra come il duro lavoro forgi il carattere, come la vita sia fatta di alti e bassi e quanto sia bello ridere.



Commenti

Domande? Il posto giusto dove chiedere è il nostro Forum*

* Non ci è possibile rispondere a domande poste nei commenti, per favore chiedi sul Forum!

Le nostre Guide

  • DiscoverTuscany.com
  • VisitFlorence.com
  • Chianti.com
  • Agriturismo in Toscana.com
  • Firenze Alloggio.com