Le tariffe più basse per il tuo Hotel a Firenze con Booking.com

Le offerte migliori direttamente dai proprietari su FirenzeAlloggio.com

Prenota Visite e Tour Guidati

Prenota il tuo Tour

Prenota i tuoi biglietti ed evita le attese!

Prenotazione Musei

Scopri le offerte dei migliori Ristoranti di Firenze con TheFork

Prenota il Ristorante

3 torri con vista mozzafiato su Firenze

Io per le vedute panoramiche ho una vera e propria passione. Avete presente quelle viste ampie dove gli occhi possono spaziare e perdersi, riempiendosi, tra un battito di ciglia e l’altro, di infinita bellezza? Ecco di fronte a certi panorami rimango rapita, incantata come un bambino di fronte alla vetrina del negozio di giocattoli più bello della sua città.
Se poi riesco a godermi un bel panorama all’ora del tramonto, come nella foto qua sopra, beh...non posso proprio chiedere di meglio!

Chi ama, come me, le viste mozzafiato, a Firenze troverà diversi punti panoramici sia in città che nelle colline circostanti, ma se state cercando qualcosa di davvero speciale allora dovete assolutamente salire sulle torri fiorentine che offrono una spettacolare vista a 360° dall’alto.

Quali sono le torri di Firenze aperte al pubblico che vi consiglio di visitare? La Torre di Arnolfo di Palazzo Vecchio, il Campanile di Giotto del Complesso del Duomo e la Torre di San Niccolò, parte dell’antica cinta muraria della città.

Siete pronti ad assaporare la superba vista che offrono?

LA TORRE DI ARNOLFO

La Torre di Palazzo Vecchio è uno dei simboli di Firenze ed è chiamata Torre di Arnolfo in onore di Arnolfo di Cambio, ritenuto il progettista dell’antico Palazzo.
Con i suoi 95 metri di altezza la Torre regala una vista spettacolare su Firenze e sui dintorni, apprezzabile dall’apice, ma anche durante la salita grazie ad alcuni affacci intermedi ed al suggestivo percorso dell’antico camminamento di ronda.
La salita sulla cima della Torre è gradevole, nonostante l’altezza e l’elevato numero di scale (circa 400), ed a differenza di altre torri (vedi il Campanile di Giotto) può essere gustata con relativa calma, senza il rischio essere continuamente incalzati da altri visitatori “mordi e fuggi” o più allenati di noi.

L’ingresso alla Torre è all’interno del Museo di Palazzo Vecchio ed è a pagamento (esiste un biglietto dedicato alla solo visita della Torre e del camminamento di ronda, ma se avete tempo a disposizione vi consiglio di acquistare il biglietto combinato che include anche la visita al Museo).
La salita alla Torre non è consentita ai bambini di età inferiore ai 6 anni (i minori di 18 anni devono essere accompagnati di un adulto) ed è sconsigliata a chi ha difficoltà motorie o problemi di salute.
La Torre viene chiusa, per sicurezza, in caso di pioggia.

COMPRA IN ANTICIPO il biglietto per il Museo di Palazzo Vecchio e la Torre di Arnolfo QUI.

Volete saperne di più su Palazzo Vecchio? Leggete questo articolo dedicato.

IL CAMPANILE DI GIOTTO

Il Campanile di Giotto è la Torre Campanaria del Duomo di Santa Maria del Fiore è una splendida testimonianza dell'architettura gotica fiorentina del Trecento.

Il Campanile è considerato uno dei più belli d’Italia e quando lo si ammira da vicino, nonostante sia vicino ad altri capolavori, come la Cattedrale ed il Battistero, la sua bellezza non rimane affatto offuscata.
La costruzione del Campanile fu iniziata nel 1334 da Giotto, da cui il nome, e fu portata avanti, alla sua morte, prima da Andrea Pisano ed infine da Francesco Talenti, che terminò i lavori nel 1359.
Il Campanile di Giotto è alto 82 metri e per raggiungere la cima si devono salire 414 scalini. La salita alla Torre è abbastanza graduale, dal momento che la Torre ha 3 piani intermedi da cui potrete affacciarvi ed apprezzare la vista, ma anche riposare. Le rampe di scale sono piuttosto strette e sono le stesse sia per chi sale in cima che per chi scende, preparatevi quindi a qualche passaggio di scambio un po’ scomodo con gli altri visitatori.

La vista dal Campanile di Giotto è complementare a quella della Cupola del Brunelleschi (più alta solo di 10 metri). Per quanto i due monumenti offrano sostanzialmente la stessa veduta dall’alto, ammirare l’uno dall’altro è molto emozionante e se avete tempo, oltre che ad un buon allenamento di gambe (per salire in cima alla Cupola ci sono altri 463 scalini), vi consiglio davvero di salire su entrambi ed assaporare la diversa prospettiva che offrono.

L’ingresso al Campanile di Giotto si trova sul retro della Torre, dal lato opposto rispetto alla facciata del Duomo.

Per accedere al Campanile di Giotto non è necessario essere già muniti di biglietto, infatti appena varcata la soglia della Torre, troverete la biglietteria dove acquistare il biglietto unico de Il Grande Museo del Duomo, che include anche l’ingresso alla Cupola del Brunelleschi, al Battistero di San Giovanni ed alla Cripta di Santa Reparata (al costo di 10€).
Dal 29 Ottobre 2015, con l’attesa riapertura del Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore, il biglietto cumulativo includerà anche la visita al Museo dell’Opera del Duomo, passando però al costo di 15€.
I bambini di età inferiore ai 6 anni entrano gratuitamente, ma devono comunque essere muniti di biglietto. La salita è sconsigliata a chi ha problemi di salute e motori.

LA TORRE DI SAN NICCOLO’

La Torre di San Niccolò si trova in Piazza Poggi, lungo l’Arno, proprio sotto la terrazza di Piazzale Michelangelo. Anche se decisamente meno famosa delle due torri precendenti, la Torre di San Niccolò si fa notare per la sua maestosità ed è un monumento caratteristico del quartiere di San Niccolò.

La Torre di San Niccolò faceva parte della cinta muraria che Arnolfo di Cambio progettò a difesa di Firenze, nel 1200, ed era una delle porte di accesso alla città. La Torre è l’unica delle porte cittadine ad essere arrivate ai giorni nostri intatte, anche nell’altezza (di 30 metri). Tutte le altre porte furono infatti abbassate nel 1500 perchè non fossero un bersaglio troppo facile per i nemici oramai dotati di armi da fuoco, ma la Torre di San Niccolò fu risparmiata in quanto protetta naturalmente dalla collina di San Miniato.
La Torre di San Niccolò è alta “solo” 30 metri che si possono raggiungere salendo circa 160 scalini abbastanza confortevoli. Non lasciatevi ingannare dalla minore altezza della Torre: la vista dalla cima è davvero straordinaria e vi consentirà di apprezzare i principali monumenti del centro storico, ma anche i dintorni di Firenze, senza dimenticare la terrazza di Piazzale Michelangelo che si trova più o meno alla stessa altezza.
Cercate un’alternativa al classico tramonto dal Piazzale Michelangelo? L’avete trovata e, sebbene a pagamento, è ancora più romantica ed esclusiva!

La Torre di San Niccolò purtroppo è aperta solo d’estate, in genere dal 24 Giugno, il giorno del patrono di Firenze, al 30 Settembre e solo nel pomeriggio (indicativamente dalle 17 alle 19/20). La Torre rimane chiusa in caso di pioggia.
L’accesso alla Torre costa 4€ ed è gratuito per i minori di 18 anni.
Il biglietto di ingresso include, senza variazione di prezzo, anche un’interessante visita guidata in diverse lingue, che deve però essere prenotata contattando l’Associazione Mus.e al numero + 39 055-2768224 o per email scrivendo a info@muse.comune.fi.it.

Vi auguro un buon tour delle torri fiorentine e, se vi va, fatemi sapere qual è la vista panoramica che vi è entrata più nel cuore!


Autore: Cristina Romeo

Nata a Firenze alla fine dei favolosi anni ‘70, vive da sempre nella famosa “culla del Rinascimento”. Innamorata della sua terra, è mamma di un'adorabile e vivace bimba, a cui spera di trasmettere tutta la sua passione per la loro meravigliosa e preziosa Toscana.



Commenti

Domande? Il posto giusto dove chiedere è il nostro Forum*

* Non ci è possibile rispondere a domande poste nei commenti, per favore chiedi sul Forum!

Le nostre Guide

  • DiscoverTuscany.com
  • VisitFlorence.com
  • Chianti.com
  • Agriturismo in Toscana.com
  • Firenze Alloggio.com