Le tariffe più basse per il tuo Hotel a Firenze con Booking.com

Le offerte migliori direttamente dai proprietari su FirenzeAlloggio.com

Prenota Visite e Tour Guidati

Prenota il tuo Tour

Prenota i tuoi biglietti ed evita le attese!

Prenotazione Musei

Scopri le offerte dei migliori Ristoranti di Firenze con TheFork

Prenota il Ristorante

I più bei giardini di Firenze

dalle vedute mozzafiato, per godere di un pò di vita all'aria aperta ed organizzare picnic

Le antiche mura della città viste dal Giardino delle Rose

L'impressione che si può ricevere quando si arriva a Firenze per la prima volta è che tutto sia fatto di pietra. In effetti, sfortunatamente, vi è una generale mancanza di alberi ed aree verdi nel centro storico, ma è relativamente normale quando si è circondati da molti edifici.

Un consiglio? Quando organizzate la vostra visita della città, non dimenticate di programmare qualche sosta tra un museo e l'altro, una chiesa ed il Duomo, per trascorrere un pò di tempo all'aperto. Dove? Le piazze antistanti le chiese offrono una soluzione veloce e ad immediata portata di mano, ma cosa ne pensate di includere nella vostra lista di cose da vedere anche i più bei giardini di Firenze per un vero e proprio momento di relax in mezzo al verde? Vi sono molti piccoli giardini nel centro storico, la maggior parte dei quali nascosti agli occhi dei turisti e protetti da cortili interni perchè privati, ma ve ne sono anche molti altri da scoprire ed esplorare, accessibili a tutti proprio in centro, e noi siamo qui per aiutarvi a trovarli!

Ovviamente, il miglior periodo per visitare questi giardini è la primavera, quando piante ed alberi sono in fiore e la natura è una vera esplosione di profumi e colori, ma vi si può andare ogni qual volta il tempo è bello e soleggiato. In particolare, maggio è il mese migliore per visitare i primi due dei giardini che vi menzionerò di seguito, perchè sono dedicati quasi esclusivamente alle rose ed agli iris e questo è il mese della loro fioritura. Ad ogni modo, in qualsiasi momento decidiate di andare a vedere i giardini di Firenze, in quest'articolo troverete i nostri 6 suggerimenti in merito ai più belli e più facili da raggiungere, da alternare alla visita di chiese, musei e monumenti della città!

Il Giardino delle Rose

Situato al di sotto e sul lato sinistro di Piazzale Michelangelo rivolto verso la città, il Giardino delle Rose offre una soluzione straordinaria per prendere una pausa tra un museo e l'altro e godere, allo stesso tempo, di una delle viste più spettacolari su Firenze. Il periodo migliore per visitarlo va da maggio a giugno, quando le oltre 350 varietà di rose sono in fiore, ma vi sono molte altre piante, tra le quali alberi di limoni ed un giardino giapponese (donato a Firenze nel 1998 dalla sua città gemellata Kioto, l'oasi giapponese Shorai), che lo rendono gradevole e piacevole da visitare in tutto l'arco dell'anno. Inoltre, come ulteriore incentivo, vi sono anche 12 graziose sculture dell'architetto belga Jean-Michel Folon, donate dalla sua vedova ed inserite all'interno del giardino nel 2011; prima di questa data, infatti, veniva aperto al pubblico solo a maggio e giugno, periodo di fioritura delle rose, ecco perchè questa recente acquisisizione ha chiaramente arricchito il giardino, da ogni punto di vista!

3 sono gli accessi: uno piccolo da Viale Poggi situato proprio sotto al Piazzale, quello principale situato lungo la scalinata (che, allo stesso tempo, è una "Via Crucis" fino alla Chiesa di San Salvatore al Monte) arrivando dal sottostante San Niccolò, e l'ultimo, all'incrocio di Via dei Bastioni con Via del Monte alle Croci.

Il giardino è accessibile a tutti, anche alle famiglie con i passeggini, dato che i sentieri principali sono tutti ben percorribili. Vi sono alcuni gradini dovuti al fatto che il giardino è terrazzato ma in linea di massima è un posto magnifico dove sedersi e rilassarsi in mezzo al verde e lasciar liberi di correre i bambini (l'intero giardino è recintato).

Garden Days: open until 31 July

Garden Hours: 8 am - 8 pm


Potete arrivare al giardino a piedi da Piazza San Miniato nel quartiere di San Niccolò o prendere l'autobus numero 12 o 13 in direzione Piazzale Michelangelo, per poi proseguire a piedi.
Anche se Piazzale Michelangelo offre una delle viste più belle e suggestive sulla città, ben metà dell'area è dedicata a parcheggio per le auto. Niente paura: come potete vedere dalla mappa soprastante, è circondato da due dei più bei giardini di Firenze, quello delle Rose e quello dell'Iris, entrambi visitabili gratuitamente!

Il Giardino dell'Iris

L'iris, più comunemente conosciuto come giglio o giaggiolo, è il simbolo della città di Firenze. Con oltre 200 specie, il Giardino dell'Iris è un autentico spettacolo da ammirare, soprattutto durante il periodo di fioritura in primavera, che di solito coincide con il mese di maggio, ed è per questo che vi consigliamo di inserire questa piccola gemma incastonata nel centro storico di Firenze nella lista di cose da vedere, possibilmente in questo periodo dell'anno. Situato in cima al colle proprio accanto a Piazzale Michelangelo (l'entrata si trova, infatti, sull'angolo con Viale Michelangelo), il giardino vi offrirà la possibilità di vedere Firenze da una posizione esclusiva e privilegiata, di godere del profumo inebriante e del colore dei fiori e di assaporare, almeno in parte, l'essenza della campagna che circonda questa città dalle mille ed una notte.

Ingresso libero
Aperto dal 25 aprile fino al 20 maggio, dalle 10 alle 12:30 e dalle 15 alle 19.
Potete prendere l'autobus numero 12 o 13 oppure raggiungerlo a piedi dall'Arno dalla torre di San Niccolò
http://www.irisfirenze.it

In maggio si tiene ogni anno anche il Concorso Internazionale organizzato dalla Società Italiana dell'Iris responsabile della realizzazione e della gestione del giardino, volto ad eleggere la varità ibrida di iris più bella dell'anno. Il giardino, che si sviluppa su più di 2.5 ettari, ospita, inoltre, l'esposizione permanente di tutti gli esemplari premiati durante le edizioni passate del concorso internazionale. Vi sono anche un laghetto per la coltivazione delle varietà acquatiche, piante ornamentali di vario tipo, specie spontanee ed olivi.

Anche l'entrata al giardino dell'Iris è gratuita per cui, tempo permettendo, una piacevola passeggiata fino al Piazzale è la soluzione migliore per raggiungerlo e godere del panorama spettacolare e, al tempo stesso, trascorrere un pò di tempo all'aria aperta!

Il Giardino Bardini

Se, nel passeggiare lungo l'Arno tra Ponte Vecchio e la Galleria degli Uffizi gettate uno sguardo al di là del fiume, noterete un bellissimo giardino terrazzato: il Giardino Bardini.

Costo del biglietto € 8, ingresso ridotto per gruppi, nel biglietto è inclusa l'entrata al Giardino di Boboli. Vi consigliamo di verificare presso la biglietteria se rientrate nei parametri per ottenere l'ingresso ridotto.
Aperto dal martedi alla domenica, dalle 10 alle 19.
L'entrata principale è situata in Costa San Giorgio 2 (una stradina ripida); in alternativa, potete accedere alla villa ed ai giardini da Via dei Bardi 1R, ma salire su per la ripida stradina - e lasciarsi alla fine la piacevole discesa - vi offrirà una vista sulla città sottostante di maggior impatto e suggestione. Infine, un'ulteriore opzione è l'autobus numero 12 verso Viale Galileo per poi dirigersi verso Via S. Leonardo...o visitare prima il Giardino di Boboli, per poi andare verso il Forte Belvedere ed uscire ai giardini, dove vi troverete in cima alla collina e a soli 5 minuti di distanza dal giardino Bardini.
http://www.bardinipeyron.it

Non molti sono a conoscenza del fatto che possa essere visitato, dato che anni addietro era in pessime condizioni e soltanto la creazione di una fondazione volta a raccogliere i soldi necessari alla ristrutturazione del giardino e della villa (ed oltre 5 anni di lavori) ha reso possibile la riapertura al pubblico nel 2010.

Vista la posizione del giardino a due passi da Ponte Vecchio, si potrebbe pensare che da qui la vista su Firenze sia addirittura migliore di quella da Piazzale Michelangelo, ed è proprio per questo che la sua popolarità è in continua crescita. Il giardino è appartenuto alla famiglia Mozzi dal 13°secolo (le parti più vecchie sono quelle più vicine al palazzo sottostante) e nel 18° secolo - quando la proprietà estese i confini della tenuta fino alle mura cittadine - vi furono aggiunte la scalinata barocca e le statue. La villa, il giardino e gli altri palazzi limitrofi furono poi acquistati dall'antiquario Stefano Bardini nei primi anni del 1900, che provvedette ad ampliare i confini della villa fino in cima al colle, chiamato Belvedere, dove visse con la sua famiglia (il Museo Bardini si trova nella piazza sottostante vicino al fiume Arno in un palazzo separato). Sia il Belvedere che le terrazze del giardino offrono una vista magnifica su Firenze, mentre la villa oggi ospita sia una collezione permanente di opere dell'artista Pietro Annigoni, sia mostre temporanee durante tutto l'arco dell'anno. Vi è anche un bar all'interno del giardino, ma se il tempo permette, la miglior soluzione per godere di un pò di tempo all'aria aperta è organizzare un pic nic sulle panchine attrezzate sparse su tutta l'area.

Il parco è ben accessibile anche da famiglie con bambini ed eventuali passeggini al seguito, molti dei sentieri all'interno del giardino consentono addirittura di arrivare in cima alla collina. E' vero che ci sono molti gradini, dato che si tratta di un giardino terrazzato, ma vi sono anche molte aree pianeggianti che possono essere visitate tranquillamente.

Il Giardino di Boboli


Vista dal Kaffehaus all'interno del Giardino di Boboli

Questo meraviglioso parco ha un'estensione di oltre 45 ettari ed è stato realizzato nell'arco di ben 4 secoli, proprio dietro Palazzo Pitti. E' senz'altro una pausa e, letteralmente, una boccata di aria fresca tra la visita di un museo e l'altro, ma è altrettanto vero che ospita al suo interno uno svariato numero di sculture, statue, fontane e capolavori d'arte che meritano di essere ammirati, proprio come le opere dei musei! Sebbene non sia permesso portarvi cibi e bevande ed organizzare picnic nei prati, è possibile godersi uno snack veloce e "discreto" in una delle tante aree più nascoste del parco. Potete trovare ulteriori dettagli ed informazioni sul Giardino di Boboli nel nostro articolo qui.


Il "laghetto" situato all'estremità vicino a Porta Romana

Il Giardino Botanico "Orto dei Semplici"

Il Giardino Botanico di Firenze, nato nel 1545 per ospitare piante medicinali (chiamate "le semplici"), è uno degli orti botanici più antichi del mondo.

Il giardino si estende su oltre 2 ettari di terreno ed include alcune aree coperte come le serre. Tra le varietà ospitate - e recentemente ripiantate in vista della riapertura avvenuta questa primavera, dopo la chiusura forzata dovuta alla disastrosa grandinata che colpì Firenze il 19 settembre 2014 - vi sono ortensie, azalee, arbusti ed alberi. Le piante carnivore sono state messe in contenitori di vetro nuovi e sono state realizzate tre nuove aiuole grazie ai contributi versati attraverso la piattaforma PlanBee.

Ingresso € 3
Via Pier Antonio Micheli, 3
Aperto dal 1 aprile al 15 ottobre, 10-19 (giorni festivi e domeniche incluse)
Chiuso il mercoledi, Pasqua, 1 maggio, 15 agosto e 25 dicembre.
Web page

Il giardino sta lentamente tornando alla normalità, offrendo un'infinita varietà di specie floristiche provenienti da tutto il mondo da scoprire, dalle piante grasse a quelle acquatiche, da un'antica collezione di piante da agrumi, ai cespugli di rose antiche e moderne, dalle piante medicinali e velenose, al piccolo giardino Zen ed all'area dedicata all'educazione ed informazione sulle piante carnivore. Vi sono, inoltre, diversi alberi centenari, sebbene molti siano stati abbattuti durante la grandinata dello scorso autunno. Vi consigliamo vivamente di farci un salto, anche perchè rimane proprio dietro Piazza San Marco e Piazza SS Annunziata, che significa nel cuore del centro storico della città. Il giardino è completamente pianeggiante e tutti i sentieri sono facilmente percorribili anche con i passeggini. L'entrata dai cancelli originali vi permetterà di ammirare lo stemma dei Medici sul lato del giardino che fronteggia Via La Pira.

Il Parco delle Cascine

Le Cascine non può essere propriamente definito un giardino, bensì un enorme parco, ed è proprio per questo che non possiamo tralasciare di citarlo. Il parco delle Cascine è considerato il polmone verde di Firenze e, anche se non si trova esattamente nel cuore della città, ne rappresenta un'area vivace ed animata che merita di essere visitata se vi fermate per più di qualche giorno. Se, ad esempio, volete toccar con mano e vivere in prima persona la quotidianità locale, il martedi mattina alle Cascine si tiene abitualmente il mercato all'aperto più grande della città.

Il parco, inoltre, ospita spesso molti eventi su larga scala, dalle esposizioni floro-vivaistiche ai festival dei mercati di strada, dalle assemblee politiche locali alle fiere medievali. E', inoltre, un enorme parco giochi per bambini e ragazzi di ogni età, oltre che una pista ciclabile a 3 vie fantastica, un immenso prato aperto con filari di alberi che lo incorniciano dove voi ed i vostri bambini potete correre, organizzare picnic sull'erba o semplicemente sdraiarvi e riposare; anche una bella corsa o una pedalata lungo il fiume, magari la mattina presto, sarebbe da includere nella lista delle cose da fare se avete tempo a disposizione! Vi è, inoltre, una grande piscina pubblica, oltre che diversi campi sportivi, due ippodromi ed almeno due grandi posti dove poter mangiare ad ognuna delle due estremità del parco. Venendo dal centro, infine, proprio vicino all'entrata del parco troverete la nuova Opera di Firenze.

Ingresso libero
Potete arrivarci a piedi o in bicicletta in circa 15 minuti - se non meno - da SMN.
In alternativa, vi è la linea metropolitana T1 o l'autobus 17C
http://parcodellecascine.comune.fi.it

Le Cascine è un parco storico e monumentale che si estende su oltre 160 ettari di terreno (395 acri) lungo la riva destra del fiume Arno, all'estremità occidentale della città. Quest'area, un tempo, veniva considerata esterna alla città e, per questo, riserva di caccia della famiglia dè Medici nel 16° secolo; solo verso la fine del 19° secolo è divenuta un'area verde pubblica. Oggi, il comune di Firenze ha messo in programma un progetto di riqualificazione del parco e dei servizi offerti da realizzare entro il 2020, così che tutti possano godere delle meraviglie del polmone verde cittadino. In realtà, parte della nuova veste delle Cascine può già essere testata: si tratta della nuova linea metropolitana che da Firenze conduce in pochi minuti direttamente al parco.

Nel Piazzale delle Cascine, infine, vi è un punto informazioni dove potete ritirare mappe ed avere informazioni in merito ai servizi offerti ed agli eventi in corso.


Vista dal Giardino Bardini e delle sue terrazze

Autore: Lourdes Flores

Sono americana (dalla California) e vivo a Firenze da più di 10 anni. Mi piace esplorare e scoprire tanti angoli di Firenze e della Toscana rimasti nascosti. Mi piace condividere le mie esperienze e fornire aiuto sul Forum rispondendo alle domande dei turisti (sopratutto stranieri) che stano programmando la loro vacanza in Toscana. Se avete delle domande, postategli li'!



Commenti

Domande? Il posto giusto dove chiedere è il nostro Forum*

* Non ci è possibile rispondere a domande poste nei commenti, per favore chiedi sul Forum!

Le nostre Guide

  • DiscoverTuscany.com
  • VisitFlorence.com
  • Chianti.com
  • Agriturismo in Toscana.com
  • Firenze Alloggio.com